mercoledì 20 febbraio 2013

FINE DELLE TRASMISSIONI

















GENTILISSIMI SEGUACI et VISITATORI
Dopo molto tempo , decido di gettare la spugna e terminare l'attività di questo blog , esperienza che mi ha permesso di condividere la passione musicale con molti altri cittadini , superando inoltre e con onore , i sacri confini nazionali ...
La disponibilità del mio tempo è sempre più scarsa , l'età avanza inesorabile , i miei uploads (grazie alla solerzia 'svizzera' nel modificare il proprio assetto) sono andati , dunque è arrivato il momento di mettere la parola fine .

S I T  T I B I  T E R R A  L E V I S 

VI AUGURO TANTE BUONE COSE
RINGRAZIANDOVI TUTTI QUANTI PER LA PARTECIPAZIONE !!! 
CORDIALI SALUTI da CRISTHO70 !!!

e poi in seguito , vedremo ...

sabato 8 dicembre 2012

ALMAMEGRETTA - Napoli Calling
















Fondamentale progetto tutto Partenopeo targato '90s .

Nel 1988 Gennaro Tesone (Gennaro T, alla batteria) insieme a Giovanni Mantice (Orbit, alla chitarra), Gemma (al basso) e Patrizia Di Fiore (alla voce), conosciuta attraverso un'inserzione su un giornale, formano il gruppo ALMAMEGRETTA .
Agli inizi il gruppo suona con discreto successo nei locali di Napoli, tra cui lo storico Diamond Dogs, un Rhythm'n'Blues psichedelico con i testi in Inglese .
Ma quasi immediatamente Patrizia Di Fiore abbandona il gruppo ; dopo la defezione Gennaro T e Mantice riformano il gruppo nel 1991, con l'inserimento di Gennaro Della Volpe (Raiz) alla voce e, tramite questi, di Paolo Polcari (Pablo) alle tastiere .
Con Raiz inizia il lavoro di traduzione dei testi in italiano ed un nuovo arrangiamento dei pezzi già realizzati in chiave Reggae e Funky .
Al gruppo si aggiunge Massimo Severino al basso, e con questa formazione gli Almamegretta partecipano all'edizione 1991 di Arezzo Wave .
Dopo l'esibizione al festival il gruppo si impegna in un lungo periodo di prove, e dopo un cambio di formazione, Tonino Borrelli sostituisce Severino al basso, inizia le session di registrazione del primo EP dal titolo "Figli di Annibale" .
Tra il 15 e il 19 settembre 1992 incidono Figli di Annibale per l'etichetta Anagrumba e iniziano il loro tour in giro per l'Italia .
Il disco contiene quattro canzoni dalle sonorità marcatamente Dub , tre di queste saranno poi riarrangiate e ripubblicate nel successivo primo album .
Nel 1993 esce il primo album completo "Animamigrante", prodotto da Ben Young .
Durante la produzione incontrano D.RaD, che entra nella band come soundman e dub-maker .
Il Tour italiano prevede anche una data estera , a Nantes , dove partecipano ad un festival di gemellaggio Nantes - Napoli .
Il loro singolo "Sole" riceve il premio da 105 Network per la nuova proposta più suonata, mentre Borrelli esce dalla band .
Nel 1994 , la tribù Trip Hop di Bristol chiama .
I pluricelebrati e bravissimi Massive Attack ascoltano "Animamigrante" attraverso Ben Young e gli propongono di remixare "Karmacoma", un brano del loro album in uscita, il bellissimo e vendutissimo "Protection" .
Nasce così "The Napoli Trip" .
Si intensificano i contatti con Adrian Sherwood, il mitico produttore della On-U Sound, da sempre etichetta di riferimento per gli Alma .
Registrano "Sanacore" tra Procida e Napoli: il mixaggio (Dubs inclusi) sono affidati al buon Sherwood .
Dopo l'ennesima fuoruscita di Gianni , il disco "Animamigrante" vince la Targa Tenco come miglior opera prima .
Nel 1995 esce il capolavoro "Sanacore", seguito da un tour italiano di oltre 80 date.
L'album vede la partecipazione di Giuletta Sacco e Salvatore Palomba e viene premiato con la Targa Tenco come miglior disco in dialetto .
Eraldo Bernocchi ("industriale" leader del progetto Sigillum S) coinvolge Raiz nel progetto Ashes .
Nasce così "Corpus", prodotto a New York da Bill Laswell, altro 'mostro sacro' del Dub .
Laswell remixa "Ruanda", un brano tratto da "Sanacore" e ne viene fuori "Glossolalia Dub" .
Nel 1996 esce "Indubb", raccolta di brani già editi rivisitati in chiave Dub con remix di Sherwood, Laswell, Scorn, Frequecies e degli Almamegretta stessi .
Segue il tour con i Rogue Go Go, ensemble di ballerini americani che cura la coreografia dei loro show .
L'anno dopo , nel 1997 , i Leftfield , gruppo di punta della scena Dance U.K. , si innamorano della voce di Raiz e lo coinvolgono nelle registrazioni del loro album "Rythm & Stealth" , che esce nel 1999 . 
Il gruppo Napoletano registra "Canto do Mar" insieme a Pino Daniele , brano che fa parte dell'album "Dimmi Cosa Succede Sulla Terra".
Nel 1998 esce "Lingo", il terzo album degli Almamegretta , prodotto e registrato a Londra che vede partecipare sempre nomi illustri quali Bill Laswell, Pino Daniele, Pasquale Minieri, Tommaso Vittorini, Eraldo Bernocchi e Count Dubulah, bassista dei TransGlobal Underground , che li segue in tour .
Dopo un anno la band partenopea registra "4/4" negli studi milanesi di Mauro Pagani : ospiti sono Dubulah, lo stesso Pagani, la straordinaria cantante Sahinko Namtchilak .
E' il primo album completamente prodotto dalla band e mixato da D.RaD .
Nel 2000 esce "4/4", segue tour. Gli Asian Dub Foundation chiedono a Raiz di cantare un pezzo per il loro nuovo album, probabile uscita 2002 .
Tarsem Singh, regista angloindiano già autogira il suo primo lungometraggio, "The Cell", con Jennifer Lopez: "'O Sciore Cchiù Felice", tratto da "Sanacore", fa parte della colonna sonora .
Pablo Polcari decide di lasciare la band, pur rimanendo un collaboratore fisso, e si trasferisce a Londra .
Nel 2001 il gruppo pubblica "Imaginaria", registrato e mixato a Milano presso le 'Officine Meccaniche' di Mauro Pagani, che collabora alle recording session dell'album, la cui copertina vince l'Italian Grammy Awards come miglior progetto grafico .
A "Imaginaria" viene assegnata la Targa Tenco come migliore lavoro in dialetto .
Il 31 dicembre gli Almamegretta suonano a Napoli in Piazza Plebiscito per il Capodanno davanti a oltre 70.000 persone .

Nel 2002 esce "Venite! Venite!", primo album live (e ultimo per BMG) che documenta e sintetizza l'incessante attività del gruppo sui palchi nazionali e non in quasi dieci anni di concerti .
La track list è completata da due inediti realizzati in studio con la partecipazione di Mauro Pagani .
Nel 2003 Raiz lascia la band per intraprandere la carriera solista .
Il disco "Sciuoglie 'e cane" , primo frutto della neonata etichetta Sanacore , esce nei primi giorni di dicembre e segna l'inizio di una nuova fase della storia degli Almamegretta .
Le parti vocali sono affidate a Lucariello e Patrizia Di Fiore .
Da segnalare il contributo di ospiti quali Marco Parente e Francesco Di Bella dei 'concittadini' 24 Grana .
Nel 2004  parte il tour invernale, bissato subito in primavera, che vede aggiungersi  alla line-up vocale Zaira .
Proprio quando gli Alma stanno trovando un nuova dimensione, subiscono un durissimo colpo : la notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre , Stefano Facchielli aka D.RaD , colui che ha creato il sound Almamegretta , muore in un incidente stradale a Milano , lasciando un vuoto umano e professionale che non potrà mai essere colmato e che mette in seria discussione la vita dell’intero progetto .
Dopo un primo e comprensibile momento di sbandamento , grazie al caloroso sostegno dei numerosi fan , gli Almamegretta decidono comunque  di portare avanti il progetto .
Consapevoli che ciò avrebbe significato raccogliere una sfida difficile e impegnativa, si rendono conto che questo sarebbe stato l’unico modo per rendere omaggio all’instancabile lavoro e all’impegno che Stefano aveva sempre profuso nel progetto . 

Il 29 dicembre all'Auditorium Parco della Musica di Roma si tiene un concerto per D.RaD .
E' un primo tributo a Stefano che vede la partecipazione di molti amici  tra cui Patrizia Di Fiore Sergio Messina, Pasquale Minieri,  Marco Parente, Raiz, Gennaro T, Zaira ed altri ancora , dalla serata viene tratto allora un 'Istant Cd'.
Nel 2005 esce il doppio Cd “Sciuoglie ‘E Cane Live 2004”, tratto da una serie di 'Istant Cd' che gli Alma registrano durante il tour 2004 . L’album, la cui uscita era già stata decisa prima dell’addio di Stefano, diventa purtroppo l’ultima testimonianza che documenta il contributo potente e indimenticabile di D.RaD .
Nel 2006 a giugno esce "Almamegretta presents Dubfellas" , un album che ha nel Dub il suo punto focale e che segna la ripresa della collaborazione con Pablo Polcari , uno dei membri fondatori del progetto Almamegretta .
Il tour estivo, costituito da più di 40 date, vede la partecipazione della vocalist Marina Mulopulos, cantante dei Tilak e di altri progetti di musica sperimentale .
Nel marzo 2008 esce "Vulgus .
14 tracce interpretate da diversi importanti artisti quali Raiz, Princess Julianna, Horace Andy (voce storica dei Massive Attack) l'attore e scrittore Peppe Lanzetta, Napo Camassa, Piero Brega (ex Canzoniere Del Lazio), il rapper Lucariello, Zaira e Marina Mulopulos .
La copertina si distingue ancora una volta per l'inconfondibile tratto del maestro Mimmo Palladino .
Nel 2010 esce su Sanacore Records “Almamegretta presents DubFellas vol.2” .
Un nuovo capitolo del viaggio Almamegretta nell”universo Dub .
E’ un album che mette in primo piano l’approccio sperimentale e di ricerca tipico del Dub, che si avvale della collaborazione di Neil Perch (Zion Train) e
dell’apporto vocale di Marcello Coleman, di Julie Higgins aka Princess Julianna e di Raiz .
L'incrocio tra le sonorità elettroniche (Dub, Trip Hop etc ...) e la tradizione Mediterranea tutta costituiscono l'asse portante del progetto ALMAMEGRETTA e rendono unico il loro genio musicale ed il loro talento espressivo , una vera e propria bandiera .
La loro presenza in questo sgangherato blog è d'uopo . 

Senti Napoli e poi Danza .
 

 http://rapidshare.com/files/1259436543/19ALsncrMG95.rar

mercoledì 15 agosto 2012

EDOARDO VIANELLO - Il 'Tormentone'






















Post decisamente 'Estivo' , dedicato al più apprezzato dei Re del 'Tormentone' musical nazionale , forse di tutti i tempi .

Nasce a Roma il 24 giugno 1938 , EDOARDO VIANELLO , figlio del Poeta Futurista Alberto Vianello , cugino del grandissimo Attore Raimondo Vianello , attraverserà decadi, mode, musiche, intrattenendo generazioni di giovani allora e meno giovani oggi , con lo slancio dei suoi pezzi , veri 'Evergreen' a tutti gli effetti .


Assieme a Nico Fidenco, Gianni Meccia e Jimmy Fontana, Vianello può considerarsi esponente della cosiddetta 'Scuola Romana' dei cantautori, che fa capo alla RCA di
Vincenzo Micocci e si contrappone alla 'Scuola Genovese' per un genere più spiritoso e disimpegnato , prestandosi maggiormente alla fruizione estiva e al ballo .


Il 'debutto' come cantante arriva nel 1956 , quando il diciottenne Edoardo si presenta in pubblico, in occasione di uno spettacolo allestito dalla sua scuola (l'Istituto di ragioneria Leonardo da Vinci) al Teatro Olimpico di Roma, esibendosi insieme ad un quartetto ed interpretando il brano "Jerico" ed una canzone dell'ancora poco conosciuto Domenico Modugno , "Musetto" (resa celebre poi dal Quartetto Cetra) .
Successivamente si dedica all'attività di attore e cantante lavorando nella compagnia di Lina Volonghi, Alberto Lionello e Lauretta Masiero , in due lavori teatrali intitolati "Mare e Whisky" e "Il Lieto Fine" (di Luciano Salce), con musiche di Piero Umiliani e Ennio Morricone .
In una delle serate in cui canta per locali viene notato da un funzionario della casa discografica RCA, in breve tempo ottiene così un contratto che gli consente di pubblicare nel 1959 il suo primo 45 giri, "Ma guardatela" .
Pochi mesi dopo esce "Siamo due esquimesi", ispirata al film "Ombre bianche" , la prima canzone in cui Vianello si fa accompagnare dai Flippers , che oltre ad essere uno dei due suoi complessi di accompagnamento (l'altro sono i Discepoli) inciderà anche alcuni 45 giri per conto proprio .
Nel 1961 partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo con "Che freddo!", incisa anche da Mina, Sergio Bruni, Claudio Villa e Sergio Endrigo .
La canzone non riscuote un grande successo, ma gli permette comunque di farsi conoscere dal grande pubblico .
Nello stesso anno ottiene il suo primo grande successo con "Il capello", presentata in televisione nel corso di uno spettacolo con Don Lurio e le Gemelle Kessler, diventando uno dei dischi più venduti dell'anno, sia per la musica orecchiabile sia per il testo .
Nell'estate del 1962 Vianello incide "Pinne fucile e occhiali", che diventa il suo disco più venduto , un diabolico ed ipnotico Cha Cha Cha con l'arrangiamento di Ennio Morricone , dal refrain indimenticabile .
Sul retro il disco contiene un altro brano , "Guarda come dondolo", che diventerà anch'esso una 'hit' , pur essendo un lato B , segno del successo di questo 45 giri .
Tutti e due i brani vengono inseriti nella colonna sonora del film "Il sorpasso" di Dino Risi .
Molte delle canzoni successive di Vianello diventeranno dei veri e propri 'tormentoni' : al ritmo di Twist, Surf, Hully Gully e Cha Cha Cha , i suoi brani vengono diffusi sulle spiagge e nei bar attraverso i juke-box , come "I Watussi" e "Abbronzatissima" (1963), "Tremarella", "Hully gully in dieci" (1964), e "Il peperone" (1965), tutti brani ritmati e di grandissimo successo commerciale (il 'tormentone' musicale lo si può definire come 'ossessiva ripetizione di motivo musicale ambivalente atta ad rimanere inchiodata nel cervello ...) .

Accanto al genere spensierato e ballabile , Vianello produce anche brani più intimisti , quali "Umilmente ti chiedo perdono", "O mio Signore" (testo di Mogol), "Da molto lontano" (in cui debutta come autore del testo Franco Califano), "Parlami di te" e "Nasce una vita" .
Queste ultime due canzoni citate vengono presentate al Festival di Sanremo rispettivamente nel 1966 e nel 1967 , ottenendo uno scarso riscontro di vendite segnano l'inizio di un momento difficile per Vianello .
Nel 1966 subisce inoltre un grave incidente automobilistico che gli impedisce di promuovere il singolo "Carta vetrata" (con testo di Franco Califano) pubblicato per l'estate e che non ripete le vendite consuete .
Nel 1967 sposa la cantante Wilma Goich e con l'aiuto di Franco Califano fonda la casa discografica Apollo , con la quale lancia il celebre gruppo dei Ricchi e Poveri (saranno a Sanremo con "La prima cosa bella" nel 1970 e "Che sarà" nel 1971), Amedeo Minghi e Renato Zero .
Nei colorati e trasgressivi Anni '70 assieme alla moglie Wilma Goich forma il duo musicale de I Vianella .
Con l'esclusiva impostazione canora 'Romanesca' toutcourt , la coppia riscuote un grande successo con "Semo gente de borgata" (scritto da Franco Califano, il brano è terzo al "Disco per l'estate"), "Vojo er canto de 'na canzone", "Tu padre co' tu madre", "Lella", "Fijo mio" e "Canto d'amore di Homeide" .
Nel corso degli anni , dopo la separazione artistico/affettiva da Wilma Goich , Vianello riprende la carriera solista .
La sua partecipazione come interprete di se stesso al film "Sapore di mare" di Carlo Vanzina lo riporta alla ribalta .
È quasi sempre presente negli anni '80 e '90  , nei più importanti programmi 'Revival' televisivi di tutte le reti nazionali , vincendo nel 1991 il 'Telegatto' con la canzone "Abbronzatissima" , la più votata al programma tv "Una rotonda sul mare" .
Nel 2005 si ricicla e partecipa tra i concorrenti del reality show di Raiuno 'Il Ristorante' .
Nel maggio del 2008 è eletto presidente dell'Imaie , l'Istituto preposto alla tutela dei diritti degli artisti, interpreti ed esecutori .
Oltre mezzo secolo di carriera ed una lunga schiera di brani estivi al top delle classifiche della Musica Leggera Italiana , non hanno scalfito l'immagine di Vianello che continua a cantare dal vivo le sue canzoni con grande entusiasmo .
Nell'estate 2008 pubblica il suo ultimo disco "Replay, l'altra mia estate" , costituito da covers di 'tormentoni' altrui sempre targati '60s .
Celebri fino ad oggi , brani come "Abbronzatissima", "I Watussi", "La Tremarella", "Guarda come dondolo", "Pinne, fucile ed occhiali", la SIAE ha stimato che le canzoni di EDOARDO VIANELLO (almeno fino al 2007) abbiano superato la 'modesta' soglia
delle 50 milioni di copie vendute .
Un 'Must' per tutte le Estati , primo, unico e definitivo 'Master of Summer Italian Ceremony' .
Enjoy It !!

La chiamano Estate .
 
https://rapidshare.com/files/4155714003/20EVgrdscsrgn01.rar


"... Sulle labbra tue dolcissime , un profumo di salsedine ..." 

mercoledì 4 luglio 2012

ANGELA BARALDI - Quo Vadis Rock ?

Altro post dedicato ai '90s ed ancora targato Emilia Romagna , 
a cui va un caloroso abbraccio per tutta la popolazione , che ci rende fieri , con la loro capacità e resistenza , di essere Italiani .

Dalla 'rossa' Bologna , una poetessa Rock tutta nostrana .

La sensuale e ribelle ANGELA BARALDI intraprende le sue prime esperienze musicali agli inizi degli anni '80s , quando comincia a cantare con gruppi underground dell'area Bolognese , come gli Hi-Fi Brothers e The Stupid Set .
Nel corso degli anni collabora come vocalist con molti importanti e celebri artisti , tra cui gli Stadio , Luca Carboni , Ron ed il grandissimo Lucio Dalla .
E' proprio Dalla a fornirle le prime opportunità : partecipa come corista al tour americano del 1986 "Dallamerica" e nel 1988 al tour "Dalla Morandi" .
Nel frattempo incide una canzone per la colonna sonora del film "I Picari", con Enrico Montesano e Giancarlo Giannini , con la colonna sonora di Lucio Dalla e Mauro Malavasi .
Nel 1990 viene finalmente alla luce il primo album , dal titolo "Viva" , per l'etichetta Pressing/RCA .
Prodotto da Lucio Dalla e Bruno Mariani , il disco vede tra gli autori altri nomi come Luca Carboni e Biagio Antonacci .
La critica saluta positivamente l'esordio e la partecipazione al Discoverde e ad altre manifestazioni musicali fa in modo che anche il pubblico 'nazionalpopolare' si accorga di lei .
Nel 1992 Angela vince il Canzoniere con la canzone "Mi vuoi bene o no ?" che darà il titolo anche al suo secondo album .
Viene inoltre pubblicato per le radio il singolo "Sweet sad eyes" , cantato in inglese , in origine prodotto per il mercato estero dall'etichetta Arista , ma che non viene pubblicato ufficialmente.
Nel 1993 Angela partecipa al Festival di Sanremo nella sezione 'Giovani' con la canzone "A piedi nudi" ; la classifica finale la vedrà piazzarsi solo 13esima , ma la sua performance le vale il Premio della Critica .
Contemporaneamente viene pubblicato "Mi vuoi bene o no ?", che riceve l'attenzione dei giornali specializzati e le permette di accedere ad una platea più vasta .
Il disco presenta Angela Baraldi come co-autrice di tutte le canzoni , con testi molto personali, a volte ironici e diretti ed altri più introspettivi.
Nel corso dell'anno Angela apre la tourneè di Francesco De Gregori , con cui duetta anche sul palco (incontro documentato nel live di De Gregori "Bootleg" , in cui cantano insieme "Anidride solforosa" di Lucio Dalla) ed in seguito partecipa al "Tour in città" , un tour collettivo al quale partecipano altri allora giovani artisti della RCA , come Samuele Bersani, Tosca e Bungaro , con i quali incide anche una cover di "Aida" del grande e purtroppo prematuramente scomparso Rino Gaetano .
Il 1994 vede una pausa discografica per Angela , ma trova l'occasione comunque per incidere una bella versione della Battistiana "Confusione" , all'interno dell'album tributo "Innocenti evasioni 2" .
Per la Baraldi arriva anche una svolta cinematografica , con l'esordio come attrice in "Come due coccodrilli" , per la regia di Giacomo Campiotti , che aveva già diretto Angela nei suoi primi videoclip .
Il film , al quale partecipano tra gli altri Giancarlo Giannini , Valeria Golino e Fabrizio Bentivoglio , riceve ottime recensioni e riscuote alcuni premi anche all'estero .
Nel 1995 Angela è al lavoro sul suo terzo album , con un singolo anticipatore pubblicato in estate , con tre nuove canzoni ed una cover di Bob Marley , "Hurting inside" , che in italiano diventa "Conto i giorni che passano" .
"100 giorni" gode di una buona promozione radiofonica , ma sono anche brani quali "Vortice" e "Senza" a dare risalto , mostrando un'autrice ed interprete sempre più matura e personale .
La carriera di attrice prosegue con una piccola parte nel film di culto generazionale "Jack Frusciante è uscito dal gruppo" , con Stefano Accorsi , tratto dal libro di Enrico Brizzi .
Il precedentemente annunciato album subisce dei ritardi e così "Lubrificanti" vede la luce solo nel settembre del 1996 .
La canzone in apertura , unica non scritta da Angela , è un brano inedito di Francesco De Gregori , "Dammi da mangiare" , che sarà ripresa dall'autore nel suo live "La valigia dell'attore" .
L'album segna decisamente un altro passo avanti per Angela Baraldi .
L'atmosfera del disco in generale è molto introspettiva , con testi che cercano sempre di più la poesia , "Vortice" e "Senza" vengono qui riprese in versioni più elettriche , mentre canzoni come "Respiro" e "Quelli siamo noi" rientrano di diritto tra le migliori del suo repertorio .
Nonostante l'ottimo lavoro , come spesso accade , ottiene uno scarso riscontro commerciale , probabile causa principale della lunga pausa musicale che segue .
Angela scioglie il contratto con la BMG e si dedica ad altro : un film per la televisione , "Di cielo in cielo" (per cui incide anche il tema principale "Le voci intorno") , un cortometraggio come attrice , "Fuochino" di Carlotta Cerquetti , ottenendo il premio
"Claudio Gora" come migliore attrice al Festival di Trevignano Romano .
Nel corso del 1998 Angela partecipa alla manifestazione culturale "Una luce per la poesia" e dà inizio ad una lunga tourneè nei club .
Grazie ad una collaborazione con i Delta V nel brano "Silenzi" , incluso nel loro "Psychobeat" del 1999 , vede la sua partecipazione come attrice al loro video "Il primo giorno del mondo" e qualche esibizione come ospite nei loro concerti .
Nel 2000 un nuovo contratto con la WEA , vede finalmente Angela Baraldi tornare alla musica , registrando a Londra un nuovo Cd .
"Rosasporco", prodotto da Phil Palmer e Roberto Vernetti , vede la luce nel maggio del 2001 .
L'album vede Angela immersa in un'atmosfera più  Pop , con canzoni dai suoni morbidi , spesso abbinati a testi taglienti , come "Un regalo" e "Troppo zucchero" , scritta insieme a Federico Poggipollini .
Viene inoltre girato un video per "Il tasto sbagliato" , decisamente la canzone più tirata del disco , mentre "Caduta libera" , cover di "Waterfall" di Wendy & Lisa (di Princeana memoria) , gode di una buona programmazione radiofonica .
L'annunciato tour autunnale viene messo da parte per un impegno a teatro a novembre per una rappresentazione de "I monologhi della vagina" e per nuovi impegni in studio di registrazione .
Alla fine del 2002 Angela torna nuovamente in teatro nello spettacolo "Maigret e il delitto a teatro" , scritto da Giorgio Comaschi e dallo scrittore 'noir' Carlo Lucarelli (... Emilia docet ...) .
Anticipato dal singolo "Paradiso" , a febbraio 2003 viene pubblicato il nuovo Cd omonimo "Angela Baraldi" , dove accanto a vecchi brani come "A piedi nudi" e "Confusione" , trovano posto quattro brani inediti .
Alla fine del 2005 , Gabriele Salvatores sceglie Angela Baraldi come protagonista del suo nuovo film "Quo Vadis, Baby?" , bel Noir tutto Bolognese , tratto dall'omonimo libro di Grazia Verasani .
Il film esce a maggio 2005 con buon successo di pubblico e critica e vede Angela anche interprete di un brano della colonna sonora , una rilettura da brivido del classico della P.F.M. "Impressioni di settembre" .
Angela si impegna in un lungo tour promozionale a supporto del film , in Italia e in vari eventi cinematografici anche all'estero .
La sua performance nel film viene molto apprezzata dalla critica e in pochi mesi vince tre importanti premi : il Premio Flaiano come miglior attrice esordiente , il Premio Efebo d'Oro e l'Iris d'argento al Montreal Film Festival .
Il 2006 per Angela è relativamente più tranquillo : torna a lavorare col gruppo Zimmer Frei per un progetto , "Study for a portrait" nel corso del Festival Netmage a Bologna , fa un paio di apparizioni come cantante nella capitale , rispettivamente nel tributo a Rino Gaetano "E io ci sto" , in cui canta "Mio fratello è figlio unico" e in una serata con Gabriele Salvatores e i Fonderia nel corso del Festival "Villa Celimontana Jazz" .
Alla fine dell'anno è tra i protagonisti dello spettacolo "Speak truth to power" , con cui torna a collaborare con Lucio Dalla .
A giugno 2007 al Blue Note di Milano viene ufficialmente presentato alla stampa il sequel televisivo di "Quo Vadis, baby ?" , le cui riprese cominciano alla fine dell'estate .
All'inizio del 2008 Angela è sui palcoscenici dell'Emilia Romagna con "The Beggar's Opera", diretto da Lucio Dalla ed intepretato insieme a Peppe Servillo e Marco Alemanno .
La serie "Quo Vadis, Baby ?" va in onda a partire da maggio su SKY Cinema riscuotendo grandi consensi tra il pubblico e gli addetti ai lavori .
Nel frattempo Angela Baraldi torna sul palco per alcuni concerti in Emilia Romagna , in cui ripropone alcune delle cover cantate in "Quo Vadis, Baby ?" .
Pur continuando a recitare (nel film TV "Storia di Laura" , nel film "Ghost Track" e nel corto "Cose Naturali") il 2010 segna un graduale ritorno alla musica , con una serie di prestigiose collaborazioni dal vivo ed in studio : con i Julie's Haircut per un concerto
tributo a Lou Reed , con cui incide una cover di "Walk on the wild side" , e con Giorgio Canali e Steve Dal Col (CCCP, CSI, Frigidaire Tango) per una serie di concerti tributo ai Joy Division , che proseguirà anche l'anno successivo .
Nel corso dell'anno Angela colleziona altre collaborazioni con i Giardini di Mirò ("Bufera", inclusa nella compilation "Materiali Resistenti") , i Marlowe ("In fondo alla gola" nel loro cd "Fiumedinisi") ed il rapper DJ Gruff ("Oltre l'orizzonte") .
Sempre nel 2010 , partecipa all'album "Cattive abitudini" dei Massimo Volume , cantando "Mi piacerebbe averti qui" .
Arrivati al 2011 Angela si esibisce a Bologna in un concerto con Massimo Zamboni dedicato al repertorio dei CCCP Fedeli Alla Linea .
Sull'onda del successo riscosso , ha inizio il tour "Solo una Terapia - dai CCCP all'estinzione" , che tocca la maggior parte del territorio nazionale e nel corso del quale viene registrato un Cd dal vivo , da possedere assolutamente .
Attrice di rilievo , erotica ed accattivante cantante Rock , ANGELA BARALDI non poteva non entrare di diritto nella 'Hall of Fame' di questo blog .

Sunday Morning alla Bolognese .  
https://rapidshare.com/files/1792179434/19ANGBRDlbrfcn96.rar
 

"... siam sempre io e te , mentre mi lamento ... sputo e penso ..."